Tagli moderni che guardano agli anni ’80, sfumato e undercut. Il protagonista assoluto sarà il ciuffo, in tutte le sue sfumature. Sempre in voga il brizzolato, meno il capello lungo. I consigli di Attilio e Nicolò dell’Antica Barberia del Corso.

Settembre è un po’ come una lunga pagina da scrivere. Nuovi progetti, buoni propositi o semplicemente la voglia di affrontare le solite cose con l’energia incamerata durante le vacanze. Magari con un nuovo look. Siamo andati all’Antica Barberia del Corso e abbiamo chiesto ad Attilio e Nicolò quali saranno i tagli di questo autunno 2018.
“I protagonisti saranno tagli moderni che ammiccano agli anni ’80. Si giocherà molto con volumi diversi e con un concetto di uniformità molto essenziale. Dal taglio corto con il ciuffo frontale, allo sfumato, all’under cut fino ad arrivare ai ricci e ai tagli voluminosi. Protagonista assoluto il ciuffo, al naturale o anche con il gel” ci spiega Nicolò.
Si alle asimmetrie: lungo dietro, corto sui lati e davanti con ciuffo frontale. Si anche allo slide cut: rasati sui lati e il resto della testa di lunghezza medio-corta.
“Ovviamente” precisa Attilio “il tutto sempre commisurato all’età e allo stile. L’Antica Barberia del Corso ha un pubblico eterogeneo e la sfida sta proprio nel trovare il look giusto per ogni tipologia di cliente”.
Il brizzolato non perde posizioni in classifica. È uno stile senza tempo che unisce giovani e meno giovani e che va valorizzato con tagli forti (rasature, ciuffi, slide cut) in modo da dargli una ventata di freschezza.
“In una tendenza in continua crescita sarà un autunno sempre più all’insegna dei prodotti specializzati. Anche per l’uomo. Dal gel, che comunque non è adatto a tutti, a cere, creme e paste con cui giocare creando gli effetti più svariati. Noi lavoriamo con prodotti Wella, linee davvero buone e studiate per una resa perfetta” precisa Attilio.
Sia che siate tipi da “il solito” sia che amiate stupire con tagli sempre nuovi, all’Antica Barberia troverete il taglio giusto per affrontare al meglio l’autunno 2018.

Pubblicato il