Si chiama Bags and Passion e, modello dopo modello, racconta le donne che hanno reso grande l’Italia. Nobildonne, imprenditrici ma anche lavoratrici dei campi donne che hanno saputo fare la differenza in chi le ha incontrate!

Dove c’è una donna c’è sempre una borsa. Una borsa che contiene, che accompagna, che protegge e che, soprattutto, racconta.

Ed è proprio il racconto, story telling nel mondo digitale, che Cattivelli Stile Sartoriale ha lanciato una collezione di borse artigianali il cui nome di per sé è una dichiarazione di intenti: Bags and Passion.

 Una linea visceralmente legata a Isola Dovarese, splendido Borgo Medievale adagiato nella Golena del Fiume Oglio, nonché sede di Cattivelli Stile Sartoriale, dove fin dal 1300 la tradizione manifatturiera è stata una colonna portante dell’economia e dell’eccellenza locale.

Una linea che celebra le donne della famiglia, prima tra tutti nonna Dolores che fondò l’azienda negli anni ’60, e con lei le grandi donne della storia di Isola che, grazie allo stile cosmopolita e internazionale dei modelli Bags and Passion, diventano metafora delle donne di tutto il mondo.

Anna Bag, compatta, chic ed elegante nel suo perfetto equilibrio tra pelle e crochet, ci riporta indietro nel tempo, alle memorabili nozze tra due dei più importanti esponenti della nobiltà italiana: Anna Da Dovara, figlia di Buoso da Dovara e Filippino Gonzaga, delfino di una delle famiglie nobiliari più potenti dell’epoca che con i maestosi palazzi e i giardini contribuì a rendere unico il patrimonio architettonico e artistico italiano.

Gli annali raccontano che, in quei giorni, i sarti Isolani diedero il meglio di sé e l’eleganza degli abiti delle nobildonne fu ammirata, e chiacchierata in tutta Europa, rendendo il paese una delle mete più ambite per la nobiltà del territorio.

Dorotea Bag, una borsa interamente in crochet dal gusto romantico e fortemente nostalgico,la cui forte personalità è esaltata dal manico ricoperto in pelle e cuciture a vista in contrasto, narra tutta un’altra storia. Quella di Dorotea Gonzaga, figlia di Ludovico, che dopo un lungo soggiorno a Isola in attesa delle nozze, fu ripudiata per falsi motivi da Galeazzo Maria Sforza. Morì molto giovane, e senza mai diventare Duchessa, ma ha conquistato la fama grazie al Palio di Isola Dovarese che, per tre giorni all’anno, riporta il borgo a quel periodo in una fedele ricostruzione che attira turisti da tutta Italia.

Dorotea Bag lancia un messaggio di speranza a tutte le donne, il messaggio che, niente al mondo, potrà mai spegnere la forza interiore, la sete di vita e le proprie passioni.

 Bags and Passion non ci parla solo della nobiltà ma anche delle donne “normali”, le cui vite forse non sono passate alla cronaca, ma che nella loro disarmante semplicità hanno fatto la differenza di chi ha avuto l’onore di conoscerle e raccontare la loro storia. Ecco quindi Nena Bag, un modello trapezoidale e rigoroso, con un’eleganza robusta che celebra il lavoro, la fatica e l’impegno.

Nena, la bisnonna di Barbara e Alessandro Cattivelli, terza generazione al timone dell’azienda, dopo una lunga giornata nei campi si sedeva vicino al camino e ricamava abiti e lenzuola, intrattenendo figli e nipoti con storie antiche. Nena Bag è la borsa business, dedicata alla donna moderna, che esprime la propria passione ed il forte temperamento attraverso la quotidianità ed i mille impegni di lavoro e famiglia.

Spostiamoci ancora di qualche anno e, più precisamente, al 1960 quando, in pieno boom economico, tante donne scoprirono una vocazione imprenditoriale che, ancora oggi, è il motore dell’Italia. Dolly Bag ci riporta a un Italia in fermento creativo dove moda, design e arte gettano le basi per quello che sarebbe diventato lo stile italiano.

Nonna Dolores, ad esempio, iniziò creando fazzoletti e foulard dando vita a quello che oggi è il brand Cattivelli Stile Sartoriale.

A lei è dedicata Dolly Bag, e Dolly Bag 2.0 nella variante oversize, una borsa dalla linea elegante che guarda a Audrey Hepburn, a Grace Kelly, ad attrici, principesse, dive e tante ragazze della porta accanto che espressero la loro voglia di cambiamento, talvolta anche in modi estremi, rivoluzionando per sempre i costumi del paese in un inno all’autonomia e alla libertà.

Ancora qualche anno dopo Francesca, mamma di Barbara e Alessandro, manda avanti l’azienda di famiglia con piglio deciso, creatività e un approccio manageriale all’avanguardia.

Ricordo che, dopo la scuola, io e Barbara venivamo in azienda a fare i compiti. Mamma dalla zona produzione non ci perdeva mai di vista, sempre pronta ad aiutarci con l’esercizio difficile e ad interrogarci sulla lezione del giorno dopo” ci racconta Alessandro che, in azienda, è a capo della produzione.

“Era un po’ come il capitano di una nave, sempre alla ricerca dell’equilibrio perfetto tra stile, eleganza e rigore” aggiunge Barbara, responsabile del marketing, della comunicazione e dell’ufficio stile.

Proprio a lei, e alle mamme di tutto il mondo, è dedicata Francesca Bag, una shopper dalle linee pulite e capiente, creata con amore per le donne multitasking del nostro millennio.

Senza il passato non può esistere il futuro e, Giulia Bag, racconta come Barbara e Alessandro vedano il futuro di Cattivelli Stile Sartoriale.  

 Giulia è la piccola di famiglia che, dalla nonna e dalla bisnonna, ha ereditato la creatività, amore per la moda e un quid artistico celebrato in questa borsa attraverso l’uso del crochet, i contrasti di colore e il manico in bambù.

Giulia Bag guarda alla tecnologia e alla digitalizzazione, sulla quale Cattivelli Stile Sartoriale sta investendo con grande convinzione, all’ecologia, al rispetto per il pianeta attraverso progetti centrati sull’economia circolare e alla voglia di consegnare alle generazioni future un mondo più sostenibile, pulito e ricco di possibilità.

Un futuro tutto da scrivere e da personalizzare come tutte le borse della collezione Bags and Passion dove, il modello, è solo il punto di partenza verso una creazione su misura. Una borsa sartoriale e unica, realizzata per la cliente che può contare sulla consulenza di esperti e creare così un oggetto esclusivo e di lusso, unico e personale.

Pubblicato il