Ogni mese Riccardo Furlani, da dietro il bancone del Punto Verde, ci svela i segreti e le proprietà di frutta e verdura e squisite ricette su come cucinarle al meglio.

Che la verdura faccia bene è noto a tutti. Forse, però, tanti non conoscono che anche le loro acque di cottura hanno proprietà benefiche incredibili. Riccardo ce ne ha svelate alcune.

L’acqua di cicoria
L’acqua di cicoria si prepara bollendo un chilo di cicoria in tre litri d’acqua. Quando la cicoria è pronta bisogna conservare l’acqua di cottura, facendola prima raffreddare e mettendola, poi, in frigorifero” ci spiega. L’acqua di cicoria va assunta la mattina a digiuno (una tazza) ed è particolarmente indicata per aumentare il drenaggio sia per persone particolarmente ipertese con pressione minima alta. Per la sua azione fortemente depurativa è indicata per patologie renali.

L’acqua di cipolla
L’acqua di cipolla è un rimedio naturale dalle incredibili proprietà diuretiche e antiinfiammatorie. “Per prepararla” ci spiega Riccardo Furlani “bisogna tagliare in piccoli pezzi una cipolla, metterla in una tazza o in un bicchiere, coprirla con acqua e lasciarla in frigorifero per tutta la notte. La mattina, appena svegli e a digiuno, la si beve”. Grazie al riposo notturno la cipolla perderà il sapore e il gusto forte, con il risultato di un sapore gradevole e, soprattutto, di spiacevoli effetti collaterali quali un alito fastidioso. “Consiglio sempre la cipolla di tropea” ci spiega Riccardo “che tra tutte è quella con la presenza minore di aromi forti”.
L’acqua di cipolla concentra le proprietà diuretiche e litiche della cipolla. Utilizzandola per qualche settimana si va a pulire e disinfettare le vie urinarie. Addirittura, studi scientifici, hanno evidenziato che assumere costantemente acqua di cipolla porta alla scomparsa della renella (quella sabbiolina che porta poi ai calcoli) e a una diminuzione dei calcoli renali.

L’acqua di aglio
“L’ultima acqua speciale di cui vi vorrei parlare è l’acqua di aglio. Per farla bisogna bollire tre o quattro spicchi d’aglio in un litro d’acqua. Grazie all’ebollizione l’aglio perde il suo sapore forte e, soprattutto, il suo odore evitando spiacevoli impatti sulla vita sociale” ci racconta Riccardo.
Quindi si lascia riposare in frigorifero per la notte e se ne bevono due tazze al giorno.
L’acqua di aglio sfrutta tutte le proprietà dell’aglio: disinfettante e depurativa, antiossidante, dimagrante e lassativo. Non dimentichiamo in ultimi i benefici per la pelle e contro l’acne.

Pubblicato il