Da Faraboli Arredamenti è iniziata la super promo estiva che, fino a settembre, interesserà pezzi iconici di design senza tempo. Dalle sedute di Vitra, passando a divani di Cascina ed Edra. L’occasione perfetta per portare a casa il mobile dei propri sogni…

Un pezzo di design iconico è in grado di trasformare completamente la casa aggiungendo il tocco, senza tempo e senza moda, di un mobile o un complemento nato dalla genialità dei designer più importanti del mondo.

Arte, creatività, visione avveniristica si uniscono dando vita davvero a qualcosa di unico. Chiaramente il budget fa la differenza: c’è chi può permettersi una casa interamente iconica e chi, magari, può concedersi solo uno o due pezzi. Ma che, comunque, anche abbinati a elementi più “normali” hanno il potere di nobilitarli dando all’insieme una nuova luce: internazionale, cosmopolita, ricercata.

Per chi è in attesa dell’occasione, Faraboli Arredamenti, storico negozio consacrato al design iconico, con una sede a Castellina di Soragna e una a Parma, ha lanciato i super saldi: fino al 30 settembre, infatti, sarò possibile aggiudicarsi mobili e complementi con sconti anche al 50%. L’occasione di portare a casa il divano, il letto, il tavolo che si è sempre sognato.

Dal divano Floe Insel di Cassina, di Patricia Urquiola, una delle designer più in voga del nostro tempo che, con la sua forma ispirata agli iceberg che galleggiano nell’acqua crea un senso di morbidezza sospesa con grande attenzione all’ergonomia, alla comodità e alla fruibilità nella vita quotidiana.

O, sempre parlando di divani, lo Sfatto di Edra, con quell’invitante forma ripiegata su se stessa che è un inno allo stile inglese, con il colore e il profumo del cuoio che ricorda le selle dei cavalli, le battute di caccia reali e una casa calda e protettiva dove trovare sempre la propria oasi di pace. E un buon bicchiere di whisky.

Più lineare, e pressoché adatto a qualsiasi contesto, il divano Barber & Osgerby (dal nome dei designer) di Knoll. La precisione matematica e fisica che incontra il mobile, in una statuaria perfezione che ricorda quella delle opere di Fidia e dei capolavori dell’arte greca.

È di Piero Lissoni il Toot di Cassina, un divano componibile con cui giocare ricreando le forme e gli allestimenti che più ci ispirano.

Kaari in Finlandese significa arco e in effetti la forma del tavolo Kaari di Artek ricorda la rigorosa precisione e la solidità degli archi più famosi del mondo. La sua forma, di una perfezione che tende al sublime, sembra essere stata disegnata senza mai staccare la penna dal foglio. Una promessa di stabilità, fortitudine e durevolezza per accompagnare le tappe più importanti della famiglia.

Si chiama Stand By Me il letto di Edra che, come la canzone è già di per sé è un augurio di notte serene vicino a chi si ama. I cuscini della testata sono intelligenti, possono essere reclinati in posizioni diverse, metafora di quegli amori forti e profondi dove ognuno mantiene la propria individualità.

Immaginate di essere in aereo e sorvolare la Grecia. La vista si perde stregata dal profilo di quelle isole, promessa di vacanze felici, ore al sole, meritato riposo e nuove amicizie. Ebbene i tavolini di Edra si chiamano Cicladi perché la loro forma frastagliata e pulsante ricorda proprio le isole Greche viste dall’alto.

Un pezzo unico creato a San Patrignano, dalle mani di giovani, ma anche meno giovani, alla ricerca di una seconda occasione. Una madia elegante e leggiadra con una texture tessile, fresca e pulita perfetta per custodire le cose a cui teniamo di più.

Potevano mancare gli Eames, la geniale coppia che ha cambiato per sempre il mondo del design? Le sedute Fiberglass by Vitra sono un remake dell’originale, un prototipo dirompente che prima di tutti gli altri portò nelle case della gente un materiale “povero”, industriale in barba al concetto di casa borghese. Una dichiarazione di intenti: il design pensato per migliorare la vita di tutti.

Il tavolo Cotone di Cassina ha nel suo nome la sua essenza: leggerezza. Il telaio è in alluminio, pura essenza della soavità, un materiale che contrasta con il piano e le gambe in un’armonica dicotomia che ben si adatta alla vita moderna.

Con la seduta N01 Fritz Hansen ha fuso il minimalismo nordico con i principi di serenità giapponesi, in un prodotto che è zen, essenziale e accogliente. Una sedia da pranzo da usare tutto il giorno: per lavorare, per rilassarsi, per postare sui social. Metafora di una casa dove, i singoli ambienti, sono diventati liquidi fluendo l’uno nell’altro a seconda dei diversi momenti della giornata.

Pubblicato il