Benedetta Bertoglio, architetto del gruppo Brando Factory, ci racconta la ristrutturazione chiavi in mano di un bilocale anni ’70, trasformato in una piccola reggia per una giovane ragazza desiderosa di iniziare la sua vita da adulta

Siamo in uno dei quartieri simbolo del boom economico degli anni ’70. Grandi palazzi signorili immersi nel verde, scuole eccellenti, strutture sportive all’avanguardia e parchi giochi. Fino agli anni ’90 le mamme chiamavano dalle finestre i figli quando la cena era pronta e, nei grandi giardini condominiali, le “bande di amici” trascorrevano i pomeriggi giocando a più non posso.

Il quartiere, che negli ultimi dieci anni è entrato in una fase un po’ di declino, oggi sta tornando in auge grazie a tante giovani famiglie attratte da case molto grandi, il verde, la vicinanza con le Canottieri e con l’aperta campagna.

L’appartamento oggetto della ristrutturazione è un bilocale, casa della nonna di una giovanissima ragazza indipendente che, fresca di laurea, si è rivolta a Brando Store (i genitori sono storici clienti di Brando Concept ) per rimetterla a nuovo e iniziare la propria vita da adulta.

L’architetto Benedetta Bertoglio, che si è occupata del progetto dalla A alla Z, ce lo racconta.

“Come tutte le case anni ’70 in origine c’era un lungo corridoio su cui affacciavano la cucina, abitabile ma non grandissima, un soggiorno e, sul lato opposto, la camera da letto. Per prima cosa abbiamo eliminato il muro tra cucina e soggiorno creando un grande open- space” ci spiega.

I vecchi pavimenti sono stati sostituiti da un moderno gres effetto pietra naturale e accanto alla porta che conduce alla zona notte è stato creato uno spazio contenitivo nascosto da uno specchio che, in un sapiente gioco di luci e riflessi, aumenta la percezione della grandezza della zona giorno

“Nella camera e nel bagno non c’è stato bisogno di interventi strutturali ma solo di un bel restyling. In bagno abbiamo creato una zona lavanderia e una doccia interamente rivestita dello stesso gres del pavimento” ci racconta. Una piccola Spa domestica per rilassarsi dopo una giornata fuori casa.

In camera il grande armadio scorrevole è perfetto per contenere tutti i vestiti di una giovane fashionista mentre letto e comodini, sui toni del grigio, creano un’atmosfera protetta e rilassante che invita a perdersi in libro prima di andare a dormire.

Tutti i mobili provengono dall’Outlet Arredo Design, scelti uno a uno in base alla casa e ai gusti della giovane committente. La zona giorno è dominata dal legno e da accessori dai colori caldi come i pouf e i cuscini.

“La cucina, a nicchia e rigorosamente su misura, è grigia e si intona bene al pavimento e al divano. Abbiamo recuperato una splendida madia francese, di famiglia, e uno scrittoio da camera, piacevoli elementi di contrasto in un ambiente giovane e contemporanea…” ci rivela l’architetto Bertoglio. E al passo con gli ultimi dictat in fatto di stile e arredamento.

Vedendo le foto scattate prima dell’inizio dei lavori è difficile credere di trovarsi nella stessa casa. Ma, come sempre, l’architetto Benedetta Bertoglio ha fatto il suo miracolo: con poca spesa e massima resa ha creato una piccola reggia per una giovane desiderosa di diventare grande e godersi la propria libertà.

Pubblicato il