Piazza Castello rimane la più amata dai cremonesi, seguita da Porta Romana, Porta Mosa e Porta Venezia. Calano i prezzi in via Dante anche se la richiesta rimane alta. Scopriamo insieme, zona per zona, quanto costa comprare e affittare casa a Cremona!

Comprare casa è spesso anche una questione di prezzo. Sia che si tratti della casa della vita o di un investimento, i compratori sono attenti al valore per metro quadro e, a differenza del passato, hanno le idee chiare su ciò che vogliono. O non vogliono: piani bassi, impianti datati e centralizzati e l’assenza di ascensore sono dei deterrenti che, si riflettono sul prezzo dell’immobile.

L’osservatorio Tecnocasa, ogni anno, pubblica una stima dei prezzi degli immobili in tutte le città d’Italia. Un documento autorevole citato anche dal Sole 24 ore. Siamo andati da Roberto Talamazzi, titolare dell’Agenzia Tecnocasa di via Dante, per farci svelare quanto costi comprare casa a Cremona zona per zona.

 In generalele quotazioni immobiliari sono calate del 2,4% nel primo semestre del 2018 rendendo il momento particolarmente felice per chi acquista. Anche per investimento: il mattone è sempre un investimento sicuro, con un rischio basso e una rendita certa. Aumenta infatti la domanda di immobili in un range tra i 50 e 60 mila euro, fino a un massimo di 70.000, acquistati e affittati con una rendita del 10%. Meglio se in buone condizioni in modo che possano essere messi sul mercato immediatamente.

“Via Dante, via Mantova, zona Ospedale e il centro storico hanno subito un ribasso nelle quotazioni” ci spiega Roberto.  “Di contro non conosce crisi il settore di lusso che, seppur ristretto a una minoranza con capacità di spesa elevata, concentra la propria ricerca nel centro storico, Duomo e aree adiacenti. Contesti d’epoca, piani alti, terrazzo (o giardino interno) e una ristrutturazione ben fatta equivalgono a 2300 euro al metro quadro.

 In cima alla lista dei desideri di chi cerca Porta Romana, Porta Mosa e Porta Venezia. Piacciono perché sono vicine al centro e offrono più possibilità di parcheggio e si vendono a 1200-1300 euro al metro se ristrutturate e in buone condizioni.

Nonostante il lieve calo delle quotazioni, via Dante rimane comunque ambita e un appartamento in buono stato si può vendere anche a 900 euro al metro quadro. Stesso discorso per via Mantova e lo Zaist ideale per chi vuole villette a schiera e tanto verde. Pochi metri più indietro, però, in via della Vecchia Dogana, zona che ha visto una recente riqualificazione con palazzi recentissimi e aree verdi a prova di famiglia, i prezzi salgono: 1700-1800 euro al metro in contesti ultimati tra il 2013 e il 2014.

La zona Ospedale è molto ambita dagli investitori mentre, per la casa della vita, il Maristella è sempre amato perché permette di essere in mezzo alla natura ma di raggiungere la città anche in biciletta e, infatti, si compra a 1700-1800 euro al metro quadro. Sempre parlando di mobilità a due ruote, è in fase di realizzazione una pista ciclabile per collegare Picenengo al centro.

Spostandosi a Persichello, o a Malagnino e al Boschetto, si può acquistare una villetta a schiera di recente realizzazione, o addirittura nuova, con 170-190 mila euro.

 Piazza Castello, Sant’Ambrogio, il Boschetto e Cavatigozzi reggono bene. Qui la richiesta è di appartamenti grandi, trilo o quadrilocali, in buone condizioni e pronti da abitare. La classica casa di famiglia. In zona alcuni investitori hanno acquistato bilocali tra i 40 e 50 mila euro da mettere a reddito.

Proprio Piazza Castello si conferma la zona più amata, con prezzi medi attorno ai 950-1000 al metro e picchi di 1300 per appartamenti e complessi signorili. Il nuovo, poi, schizza a 2400-2500 euro al metro, prezzo a cui sono state vendute le case di una recente ristrutturazione totale di una vecchia palazzina.

“Parlando di affitti, la richiesta è sempre molto buona. Coppie giovani ma anche persone separate senza dimenticare gli studenti, molti dei quali legati al mondo della musica e della liuteria. Si parte dai 350-400 euro per un bilocale arredato fino ad arrivare a 500-550 per un trilocale. Le case arredate piacciono di più e se i mobili sono nuovi e gradevoli si affittano più velocemente” ci illustra Roberto.

 

 

Pubblicato il