Ci sono tanti modi per raccontare una storia. In via Aporti 25 c’è un’osteria che lo fa attraverso i suoi piatti, equilibrio perfetto tra tradizione cremonese e innovazione.

Nel menu, infatti, convivono in armonia, e con gusto, sia le ricette della nostra cucina, quei piatti che fanno pensare ai pranzi dalla nonna, alla famiglia e all’infanzia, sia proposte nuove che partendo dai prodotti cremonesi arrivano a deliziosi risultati sperimentali. Accostamenti inaspettati, impiantamenti quasi artistici (ma comunque sostanziosi) e mix di sapori.

All’Osteria Aporti 25 (inutile spiegare il perché si chiami cosi) l’ambiente è caldo e accogliente in un’atmosfera che, così come il menu, è il giusto equilibrio tra senso di casa e la cura che si addice a un luogo di ricezione.

Entrando, l’occhio è immediatamente catturato dal grande camino in pietra, dal bancone smaltato bianco e da tanti oggetti disseminati qui e là: vecchie bottiglie, scatole vintage, quadri dalle delicate tinte pastello.

I proprietari, una giovane coppia con alle spalle una bella esperienza nella ristorazione (prima un noto centro sportivo, poi il Calice Rosso fino al 2013 ) hanno scelto di prediligere la qualità rispetto alla quantità. I tavoli, infatti, sono ben distanziati tra loro e la carta dei vini risponde al criterio “pochi ma buoni”.

Gianluca e Sara puntano molto sulle delle materie prime e, oggettivamente, si sente. Le paste sono fatte in casa, così come i dolci che nella loro disarmante semplicità sono una delizia per il palato.

I proprietari, oltre al menu sempre aggiornato, offrono menu personalizzati in occasione di feste di compleanno e cerimonie, costruiti passo dopo passo con il cliente per un risultato su misura.

L’Osteria Aporti 25 è comoda sia da raggiungere a piedi, dista solo due minuti da piazza del Duomo, che in auto. Nelle vicine via Manini, via Platina e Piazza Marconi parcheggiare è molto facile.